giovedì 14 dicembre 2017

De picoteo!

Tolgo le ragnatele al blog per una sommaria spolverata pre natalizia, ma qui a Puerto de la Cruz tutto sembra fuor che Natale!!!




La magia è sempre nell'aria, tutto l'anno.
Io provo a portarla anche nel piatto con il nuovo picoteo che mescola tantissimi sapori e consistenze, sempre curiosando fra gli eccellenti  prodotti canari e sempre con  un nostalgico tocco di italianità.


Churros di pecorino con salsa ai pomodori secchi,  capperi, olive e limoni in salamoia


Scatoline di ceci e gofio con crema di carote, noci e miele di Tajinaste




Il pane ai fichi di Fasnia, datteri e cabrales



I ravioli di barbabietola cotta, papas azucena negras e noci



Le kefta arcobaleno impastate con le mandorle e la polvere d'arancia



I gusci di lenticchie con insalata al tartufo

....e sempre tanto, tantissimo blu!!


Buon picoteo e buone feste a tutti;)))

sabato 19 agosto 2017

Le superbaguettes

Soluzione  rapidissima, divertente e leggera per una cena colorata e mai uguale.

Da tempo abbiamo iniziato la " stagione  delle superbaguettes".

Una bella baguette versione integrale,  perfetta per sostituire una cena o da compartir con gli amici al tavolo dell'aperitivo, magari più di una, in tante combinazioni sfiziose.

Questa è una superbaguette greco/canaria.



Canaria perchè la base che accoglie tutto è uno strato bello ricoo di almogrote gomero, una crema a base di formaggio( di capra) ben stagionato, paprika, aglio, peperoncino, pomodoro e olio,


Greca perchè c'è tutta la freschezza del cetriolo, l'acidità dello yogurt, le perline di olio( buono!) e l'acquosità necessaria dell'anguria.



Altre superbaguettes  recentemente apparse su queste  tavole e consigliatissime; hummus di piselli e avocado con pomodori secchi e mandorle, ma anche la mia preferita, superbaguette gorgonzola, fichi di Fasnia, crescione e avocado.

Buon divertimento...y buen provecho!

lunedì 31 luglio 2017

Persa nell'oceano

Niente di più bello che perdersi.

Perdersi nel piacere di non dover contare il tempo.



Perdersi in spiagge infinite piene solo di vento


Perdersi nei blu


Perdersi nel verde


Perdersi nei monti.....e questo francamente si poteva pure evitare!!!


Perdersi nei ricordi di quello che si è fatto tutta la vita (con soddisfazione)


Perdersi nel dubbio "quale delle due sarà la mia casa?"



Perdersi nel pensiero di quanto ci siamo divertiti a farcire gli asparagi e impanare le fave...avercele adesso!



E di come sotto il tendone del circo facesse caldo


Perdersi nell'ombra


Perdersi nell'emozione dei colori.
Qui anche i fiori si innamorano.


Perdersi in quei "giochetti buffi" che mi han permesso di pagare ogni bolletta il giorno prima che scadesse.....que suerte!



Perdere la guagua a La Palma .......sempre!!!


Perdere l'orientamento fra i monti de La Gomera.
Scoprire che La Gomera è uno dei posti più belli mai visti dove vorrei un giorno, non oggi, addormentarmi a lungo.



Perdere giorni per montare questo bocconcino perchè non funzionava mai alla perfezione


e perdere molto più che giorni per riuscire ad affumicare la grappa con il tabacco per poi sentire solo un ...."ohhhh".
Perdersi nel piacere di quel piccolo "ohhh!"


Perdersi contando gli alberi sulla cresta della montagna



Perdersi nella gioia che qualcuno possa essere così bello da credere che qualcun altro lascerà una moneta  nel "cogliere" un mango dalla cesta incustodita



Perdersi contando i piatti che quel giorno non tornavano proprio mai


E nelle luci de La Fenice che ci ha innamorati tutti, in un attimo



Perdersi in strade infinite che non capisci mai dove diavolo comincino e se mai finiranno.
Gioire all'idea che forse non finiranno mai.


A La Gomera non ci si perde.....c'è uno più grande che ci guarda tutti.


Perdersi nell'idea che  piantare un ombrellone esattamente lì valga il viaggio della tua vita


Perdersi per ritrovarsi, forse.
Per ripartire, certo.
Per dove ......assolutamente non pervenuto.
Il mondo è così grande!



sempre buon vento e buon viaggio a tutti!

domenica 16 luglio 2017

Cucendo e cucinando

Questi bocconcini sono davvero piccolissimi e rientrano entrambi a pieno titolo nella categoria finger food in quanto realmente si consumano in un sol boccone ed in punta di dita.

Si tratta di due preparazioni semplici e perfette per aperitivi e buffet, soprattutto se originali.

BOTTONCINI DI PAPA CANARIA, TORTILLA DI FORMAGGIO E CHORIZO

La tortilla in questione è stata realizzata al forno e poi coppata nella stessa dimensione del bottoncino di patata fritta ed in ultimo "cucita" con un filo di carota.



OLIVE GIGANTI RIPIENE DI SPUMA ALL'EVO, CAVIALE D'OLIO, OLIVE ESSICCATE E SOTTACETI

Ovviamente se non vi piacciono le olive non avvicinatevi proprio a questo conetto!!

Io ho una nipote che va letteralmente pazza per le olive ed avendo incontrato sulla mia strada questo formato jumbo ho pensato di denocciolarle e farcirle.
Hanno le dimensioni di una polpetta, ma garantisco che in bocca ci entrano a pennello.




Di dimensioni appena più grandi, quindi "fuori concorso", trovano spazio anche la pulguita ripiena con cetriolo, chèvre e peperoni arrostiti, la pesca con queso manchego ben piastrata, laccata di miele e frutta secca ed in ultimo il micro-spiedo di patate, cipolla, carota e jamon iberico de bellota.




E' tutto....e buon appetito!!

domenica 9 luglio 2017

Homenaje al Alfombrista

Un' alfombra è un tappeto.
A La Orotava è tradizione realizzare preziosissimi tappeti utilizzando polveri colorate provenienti dal Teide.


Squadre di raffinati artisti lavorano per settimane in modo che per la festa del Corpus Christi  la città appaia così




L'impatto è straordinario, un immenso quadro ogni anno differente, con dettagli precisissimi, sfumature di colore, effetti di chiaroscuro, semplicemente emozionante ed imperdibile.




All'arte degli alfombristas la città ha giustamente dedicato una statua ed io un piccolo omaggio gastronomico.



Pastelito di papas canarias, polveri di chorizo e jamon, semi pestati e curcuma


In quest'isola le suggestioni ed i suggerimenti non mancano




Dagli esercizi ginnici  a la playa de Las teresitas  nasce la verticale di champignons, pimientos rojo, chistorra, cebolla roja



Per la serie"gli altri si allenano, io mi stanco solo a guardare, meglio verticalizzare uno spiedo ed affondarci i denti!"





E con le fonti ornate di fiori, foglie e ghirlande di  frutta per la noche di San Juan mando un abbraccio canario a chi passa di qui nell'attesa di rivedervi.
Dove, ovviamente non so:))