venerdì 2 giugno 2017

Da una gonna una frittata

SIEMPRE VIVA CANARIAS!!!!!!!!


Post e piatto dedicatissimo alla terra che mi ospita ed al "Dia de Canarias", festa variopinta, deliziosamente rumorosa, coinvolgente ed autentica.


E' la festa di tutti, soprattutto della famiglia che è il cemento di questa gente


E' la festa dei bambini che dai carri trainati dai buoi dispensano sorrisi, lanciano patate, platani, cubetti di tortillas


E' la festa della tradizione, della cultura, dell'orgoglio per la propria Terra


Questo è il traje tipico de La Orotava, i pon pon legati alla gonna sono sette e rappresentano le sette isole dell'arcipelago canario.
Vederla e pensare ad un piatto è stato un attimo!!


Così sono andata a  La Montaneta dove si trova una macelleria sempre chiusa, ma con un gran campanello ottimamente funzionante ed utilissimo per rifornirsi di chorizo artigianale


La preparazione è  un omaggio alla gioia ed ai colori del luogo, rispetta la semplicità di una cucina senza fronzoli e con tanto sapore.
E' un rotolo di tortilla con le loro patate, le loro cipolle, i loro peperoni, il loro chorizo  ed il mio corazon sempre più canario!!




Chiaro che senza una Dorada bien fresquita il piacere sarebbe solo a metà, ma non devo certo spiegare l'ovvio!!





Mai avrei permesso che una tortilla rimanesse sola, senza la gioia di una piccola compagnia, tipo un pastelito fatto unicamente con i ritagli delle verdure, le briciole di chorizo ed un uovo.




Che dire...la mia pancia è stata contenta!!



A proposito, io ho "vinto" un platano ed un cubetto di tortilla.
La tortilla l'ho scartata e mangiata in un flash, il platano dorme in freezer in attesa di trasformarsi in un frozen banana daiquiri....of course.


Ultimissima comunicazione: tutti quelli che vogliono venire a trovarmi sono i benvenuti, ma fate presto, a settembre cambio casa che sto nelle spese.
Mi taglio piscina e giardino, tanto le platanere sono ovunque e tutto intorno c'è l'oceano!!!!

sabato 13 maggio 2017

Pasito a pasito AMOR BARRAQUITO....próximamente en Puerto de La Cruz!

Riparto da un caffé.
Ma che caffé, riparto da una specialità canaria.
Anzi no, riparto dall'idea che una specialità di Tenerife possa diventare una bandiera canaria.
Riparto da un barraquito.
Riparto con la mia nuova creatura, un nuovo brand, tutto canario,  AMOR BARRAQUITO.


Partiamo dal primo punto: cos'è un barraquito??

Un barraquito è un "cortado canario" che contiene nell'ordine; latte condensato, licor 43, caffé espresso,  latte intero montato, cannella e scorza di limone.

Ricchissimo, aromatico, dolce, leggermente alcolico, agrumato.


Poi il caso vuole che per "alleggerire" la situazione ed evitare l'eccesso di alcol già al mattino,  spesso, soprattutto al nord, si ometta il liquore, la cannella ed il limone  e ci  si riferisca a quest'ultima preparazione come ad uno zaperoco o "mas licor".

In realtà il barraquito prevede il licor 43( o il Tia Maria) ed io gli restituisco la sua identità in modo inequivocabile, poi, già che ci sono ci gioco anche un po' su e creo una linea di dolcetti, galletas, bombones al sabor de barraquito.






Questo naturalmente è il primo nato della linea postres


Gli faranno compagnia altre dolci preparazioni più una piccolissima linea di merchandising esclusivo per comporre a proprio gusto l'AMOR BARRAQUITO BOX e riportare in patria l'autentico sapore canartio. Più la videoricetta in "quasi tutte le lingue del mondo"!!!



Intanto, fra un progetto ed un altro, fra un problema ed un altro, i primi 50 anni son volati via.....con un sorriso, fortunatamente!:)))




martedì 18 aprile 2017

Imprevisti regali della vita


E niente.......la mia Puerto  è il luogo dei colori pieni




 delle sfumature


delle luci



 del nero assoluto



di quel colore incredibile che ha l'oceano e che ancora io non mi spiego  come possa essere cosi!



La mia isola è solida come la pietra


sa essere festosa



ma anche segreta

ospita i sogni di chi la vita la custodisce tutta in una piccola valigia



e di chi danza accanto alle onde


Puerto ha anche attentissimi  guardiani



e cantanti talvolta un po' nostalgici e pure disperati

 Ci sono  "prati" che crescono sugli scogli



 Ci sono cani che camminano sui tetti e tartarughe che si nascondono nel verde



....questo verde!!!


Non ci mancano i chicharros fritti


nè i prosciutti



i dolci


men che meno i formaggi!!!!!!!!!!!





e dopo tutta questa abbondanza hai voglia ad entrare negli abiti da sera "estilo alemano"!!





Ho visto bimbi fare la comunione vestiti in azzurro/nero e passare ore appesi fra le palme per accontentare il papà fotografo


finlandesi ottuagenari con fisici asciutti e look che parlano chiaro:)))

Donne un po' meno asciutte ....ma che osano!


e si trovano anche caballeros che alla fiera del formaggio si presentano con l'allegria stampata addosso



Ovunque tu ti trovi puoi avere sempre la certezza  che basterà scendere, scendere e poi ancora scendere per incontrare il mare, ma prima del mare ti innamori del magico intreccio della vite


e della follia di una macchina sospesa fra cielo, mare e tetti!





Se hai pazienza( ed è molto meglio che tu la abbia se vuoi vivere qui!!) puoi assistere ad una lezione di lotta con i bastoni....utile:))
Puoi incontrare alla fermata della guagua un signore che vende pelli di capra per conservare il gofio


e ballerine con parrucca sulla via del ritorno



 Ed ora ecco quello che amo di più:  il mercato, i suoi banchi e soprattutto i suoi abitanti...anima mundi!










 A santa cruz c'è anche la biblioteca più entusiasmante che si possa immaginare, 




Statue di bellezza assoluta 




da godersi nella pace dei parchi


fra gli alberi  si incrociano sguardi che si innamorano  ricordando Frida Kahlo



 


Molto meno discreti i protagonisti della "Pasion Canaria" in onda alla Playa de las Teresitas







Ci sono giorni che hai voglia di guidare verso il nulla e quando lo trovi scopri che è già tutto lì e non ti serve proprio altro che quel blu.





Nella natura soli non si è mai, c'è sempre qualcuno che ti osserva



 La Puerto segreta è fatta di case piccine, colorate, con terrazze sui tetti  e platanere tutto intorno




 I muri ed i davanzali parlano della fede che  è espressione quotidiana ovunque




Talvolta i giardini suggeriscono che i proprietari hanno idee  davvero singolari al riguardo; una natività e un nanetto....????


 C'è chi mangia piatti di uova sode e pare un po' perplesso della dieta, molto meglio andare all'asador!







Fra un pollo a la plancha e una carne fiesta il cuoco trova il tempo di saltare fuori dalla cucinetta per esultare con i clienti/amici ogni volta che li sente gridare.......cioè sempre!



Io oggi niente pollo e niente asador.
Oggi mi dedico al gofio, gofio canario, orgoglio   di ogni abitante dell'isola e prodotto super interessante, versatile, perfetto per zuppe, creme, dolci, polvoron, per la stagionatura dei formaggi e...per creare.

Ecco quindi la mia tabla mixta de tapas, protagonista assoluto el gofio.



E' fatto con gofio e zucchine il roll con il pomodoretto giallo, sempre con gofio la crema di fagioli e requeson, ancora lui nelle sfogliette con miel de retama e semi.


Neanche a dirlo gofio nelle mini tatin con la cebolla Guayonje diTacoronte caramellata  e la salsiccia affumicata. e nessuna sorpresa se dico che le polpette sono ripassate nel gofio prima di essere fritte.



Al termine di questa breve parentesi di pura autorefernzialità vi saluto caramente e vi raccomando, se vi trovate a Tenerife, ovunque voi siate, qualunque cosa stiate facendo POR FAVOR, CUIDADO POR LOS GATOS!!!