venerdì 26 ottobre 2018

AMOR CANARIO.......una storia incredibile!!!

Una storia lunga un anno ...e più.

Sogni, idee bizzarre, guizzi folli, tentativi, delusioni, dolori e lacrime.
Altri sogni, energia, positività, correzioni....molte correzioni.
Indagini, studi di mercato, studi del territorio, verifiche della concorrenza.
Burocrazia che non aiuta, controlli imprevisti, divieti, multe...ma qui non era il paradiso dove tutto è permesso e tutto è facile?!!!!

Una storia lunga, pensata e ripensata, costruita con fatica e con tantissima passione.

Una storia che comincia cosi a Puerto de la Cruz, Tenerife



Con uno schizzo su di un foglio di carta, al bar, guardando una vetrina vuota




immaginando un nome ed uno spazio differente




un nome che presto troverà posto sulle piccole "lucenti" etichette adesive...che emozione vederle stampare la prima volta




Orgogliosissima e strafelice con i pupazzoni canari per scattare foto ricordo




Tutti gli arredi, il letrero, la estanteria, sono nati dalla nostra testa e dalle mani di Vito, l'artigiano dei pallets.






Il talento di Manuela, la pittrice, moglie di Vito, ha fatto la differenza




Così, giorno dopo giorno, artigiano dopo artigiano, a caccia di prodotti, produttori, artisti e folli con talento, abbiamo messo in piedi uno spazio interamente dedicato alla cultura canaria.




Gli artisti della carta e del cartone




Mi sono innamorata di questo lettore solitario al primo sguardo, ora pare viva in una casa di legno nella Foresta Nera.


Quando Jade, la muñequera  ci ha consegnato le sue bambole le ha pettinate e salutate tutte, una per una



Lei è Zelima Frias, l'artigiana dell'alluminio, il suo laboratorio gratuito è stato graditissimo, abbiamo realizzato un collar dedicato all'oceano.



Rafael Bello Gonzales, il bisnonno che insegna ai bambini a costruire i giochi di una volta, con canne di bambù e scatole di aringhe.




Da Lanzarote, la coppia che ha ideato un sistema rivoluzionario per appendere i vasi anche in mezzo alla tormenta...






Maribel Rodriguez, l'artigiana della porcellana fredda e dei dolcissimi presepi, molti ormai sono stati "adottati" da famiglie inglesi e finlandesi!!




La nostra filosofia: niente si compra senza assaggio!!


Trompos e giochi di legno di Alfonso Vallejo



Le stoffe dipinte da Lanzarote



L'alfareria palmera basata su fedele  riproduzione di reperti archeologichi  benahoaritas




Non ho resistito, questo l'ho comprato io per mio padre




Che vita sarebbe senza un chupito artigianale di Sarge??




Le sete ed i pigmenti naturali, blu tuareg, hoja de cebolla, palo campeche




Le impressionanti riproduzioni dei boschi di laurisilva, opere di Isabel Herrera e Pedro Reyes, a tutela della cultura e del patriomonio faunistico di Tenerife.



Le trasparenze evocative degli abanicos di seta



La raffinata semplicità di un colgante artigianale realizzato con legni dell'isola de La Palma dall'ebanista  Ilan Silverman



Più autentico è impossibile; le pintaderas canarias  dei guanches, timbri per "tatuarsi" e per indicare la proprietà di beni o l'appartenenza ad un clan.




I saponi di latte di capra, ovviamente capra canaria, di Fuerteventura.



Lo stile, l'eleganza unica della "Fea bonita", la designer ha stoffa e futuro garantito!



Il mio preferito, per ovvi motivi.....Carlo Camacho.




Si è definito un vichingo canario, si è costruito un forno di pietra nel suo terreno, cerca la legna caduta nei boschi, impasta barro de La Palma e riproduce oggetti aborigeni.
Numero uno in assoluto.




Antonio Mojica Herrera ed il suo piccolo tavolo/laboratorio dove realizza ciondoli, anelli e bracciali di laton.
Invitato in laboratorio ha detto di no.....lavora solo al mercato de La Orotava.



Il Molino de Agua  Chano, solo da qui esce il gofio per il desayuno canario



Almogrote gomero e queso de Lanzarote per tapas offerte mentre i curiosi curiosano...e noi ne siamo felicissimi!!!



Intrecciando


Costruendo


Estraendo succo di canna da zucchero per mojitos muy especiales!!




E la cosa più bella di tutte, fra giorni stupendi e giorni che no, così proprio non va è che tutto questo sta succendo qui, nella mia isola magnifica ed è, ovviamente, solo l'inizio del viaggio!!!


giovedì 14 dicembre 2017

De picoteo!

Tolgo le ragnatele al blog per una sommaria spolverata pre natalizia, ma qui a Puerto de la Cruz tutto sembra fuor che Natale!!!




La magia è sempre nell'aria, tutto l'anno.
Io provo a portarla anche nel piatto con il nuovo picoteo che mescola tantissimi sapori e consistenze, sempre curiosando fra gli eccellenti  prodotti canari e sempre con  un nostalgico tocco di italianità.


Churros di pecorino con salsa ai pomodori secchi,  capperi, olive e limoni in salamoia


Scatoline di ceci e gofio con crema di carote, noci e miele di Tajinaste




Il pane ai fichi di Fasnia, datteri e cabrales



I ravioli di barbabietola cotta, papas azucena negras e noci



Le kefta arcobaleno impastate con le mandorle e la polvere d'arancia



I gusci di lenticchie con insalata al tartufo

....e sempre tanto, tantissimo blu!!


Buon picoteo e buone feste a tutti;)))