sabato 23 maggio 2015

Spaghetti alla brace


................con pomodoro, bottarga e limone caramellato.

La sfida mensile dell'MTChallenge ci "autorizza" questo mese a darci dentro con i carboidrati, possiamo, anzi dobbiamo tuffarci in una fiammenghilla stracolma di pasta!!

Il merito è tutto di Paola  che dopo averci ingolosito con la vincente Tarte Matisse nella sfida del pan di spagna ci propone  ' o spaghetto ca' pummarola.

Io non lo so se adoro gli spaghetti, però so per certo che  adoro questi spaghetti!!!
Sono il top della semplicità e gli ingredienti sono davvero pochissimi, ma di eccellente resa.

Quello che è imprescindibile è disporre di uno spazio aperto, orto, giardino, terrazzo nel quale posizionare un bbq. Può andare bene anche una carriola purchè di metallo:)))

Servono anche molti ciocchi di legno perchè dovremo produrre un abbondante quantitativo di brace sulla quale poggeremo direttamente la padella nella quale si cuoceranno gli spaghetti ed un bel sacco di foglie fresche di limone.
Io mi sono servita direttamente dall'albero del vicino;))

Per cucinare gli spaghetti alla brace per 2 persone serviranno:

180 g dei migliori spaghetti che possiate trovare
400 g pomodori piccadilly con il loro ramo
40 g bottarga di muggine
2 spicchi d'aglio
1 limone da buccia bio
1 peperoncino fresco di media piccantezza
100 g zucchero semolato
olio evo





La prima operazione è naturalmente fare fuoco, per ottenere queste braci ho impiegato circa un'ora, dopo ovviamente ci ho cucinato di tutto ed ora ci stanno dormendo dentro gli ultimi carciofi, patate e cipolle....ma questa è tutta un'altra storia;))

Nel mentre  incidiamo i pomodori, li tuffiamo in acqua bollente salata, estraiamo, priviamo della pelle, tagliamo a metà e lasciamo in un colino a perdere un po' di liquido.
Nella stessa acqua introduciamo la scorza del limone affettata molto finemente, scoliamo ed asciughiamo.
Allontaniamo l'acqua dal fuoco e lasciamo in immersione il ramo dei pomodori, rafforzerà il sapore del liquido che è quello che useremo per la cottura della pasta.



In un pentolino disponiamo lo zucchero semolato con lo stesso peso di acqua, lasciamo sciogliere, uniamo la scorza del limone bio ed il peperoncino.
Lasciamo ridurre a caramello, sarà molto dolce(ovviamente), aromatico e decisamente potente, ecco perchè è opportuno scegliere un peperoncino di media piccantezza e non oltre.





Strofinare gli spicchi d'aglio ed un pugno di foglie di limone "stropicciate" sul fondo ed i bordi della padella, il wok è perfetto, con la sua forma bombata è l'ideale per questa preparazione.
Distribuire sopra le braci uno strato abbondante di foglie di limone.

Sovrapporre ed arroventare il wok, versare l'acqua aromatizzata al pomodoro e limone, non tutta, circa 5 mestoli, attendere che bolla, ci vorranno pochissimi secondi.
Introdurre gli spaghetti e muoverli con la pinza, lasciare che perdano la rigidità ed assorbano il liquido.



Unire i pomodori e proseguire la cottura, se necessario unire ancora pochissima acqua.




Tagliare a lamelle sottili la bottarga e preservare



Unire un giro d'olio, mantecare, cospargere generosamente con la bottarga e chiudere con qualche filo di limone caramellato e qualche goccia di caramello al peperoncino.



Cosa si percepisce: la consistenza della pasta in primis, il suo dente e la sua croccantezza, le note super aromatiche del limone e delle sue foglie, la sapidità e l'intensità della bottarga, la dolcezza del pomodoro e del limone caramellato, la piccantezza che ci vuole, inutile dirlo dominano tutti i profumi del legno e delle braci, assolutamente.







Con questo spaghetto partecipo all' MTchallenge n° 48 di maggio





33 commenti:

Manu ha detto...

Fabiana ogni volta che leggo una tua ricetta rimango sempre incantata dalla tua bravura che è indiscussa, ma sopratutto c'è sempre da imparare
grazie per il suggerimento del gambo del pomodoro per l'infusione, non ci avevo mai pensato che si potesse fare
e gli spaghetti che dire:
semplicemente fantastici e sicuramente gustosissimi
buona serata Manu

Fabiana Del Nero ha detto...

Grazie Manu.....sei decisamente troppo generosa!
Il trucchetto del ramo l'ho imparato da Blumenthal che quanto a spingere i sapori è davvero un drago!!!!:))

manu ela ha detto...

Ecco un'altra Manu. Che ti dice più o meno le stesse cose della prima ... ma quanto geniale sei? Giuro che gli spaghetti grigliati mi mancavano e stai sicura che al primo bbq non mancherò di provarli. Sono sicura che stupirò tutti, come mi son stupita io. Buona domenica.
Manuela

La Pasta Risottata ha detto...

...a bocca aperta....(cosí magari ci puó entrare una forchettata vagante..ihihihi)
Un abbraccio
Vera

elena ha detto...

Inutile, confessa, sei di un altro pianeta! dal rametto nell'acqua, che ha stupito tutti (w Blumenthal), alla scorza di limone caramellata con il peperoncino, rimango sempre basita quando passo di qui... Bravissima, sempre magica! un bacione!

Giulietta ha detto...

Sì, anch'io ho usato il limone ma...non c'è nè storia né paragone :-)

Fabiana Del Nero ha detto...

L'orto è grande c'è posto e legna per tutti.............e poi se si mangia insieme tutto è più buono!!!!

Trita Biscotti ha detto...

Ma sei super! Gli spaghetti alla brace non li avrei mai nemmeno sognati!! Sei geniale!! In tutto, persino nella"acqua con in infusione il rametto del pomodoro!!!

Great Mangiaregreco ha detto...

diciamo che sei in pole position!!!

Loredana ha detto...

Sei sempre una fuoriclasse, Fabiana ed ogni passaggio è una chicca da studiare .
Grazie per tutte le tue dritte ;)

Loredana

MarielladM ha detto...

Come sempre la tua creatività senza limiti, unita a tecniche impeccabili, produce risultati golosissimi!

claudia ha detto...

Intriganti oltre ogni dire questi spaghetti...purtroppo non posso replicarli, causa assenza di posti dove fare la brace, ma davvero li assaggerei volentieri!! Complimenti:)

Saparunda ha detto...

Ecco, ora mi vdo a nascondere in un angolino piccino picciò.
Gli spaghetti alla brace.
No, ma i rendi conto?
Ma come fai ad essere così geniale?
Ti amo, sallo!

Fabiana Del Nero ha detto...

E' che ho una passione per le fiamme.....se di tanto in tanto non accendo il fuoco non quieto.
Ora che mi viene proibito di accendere il camino qualcosa devo pur fare!!!:)))))

Anonimo ha detto...

quando uno è genio...

Fabiana Del Nero ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cristina galliti ha detto...

Super Fabiana! Che spettacolo, immagino ii profumi ....

Rosaria Orrù ha detto...

si vabbè

Rosaria Orrù ha detto...

sei incredibile!!

Giulia ha detto...

Mi hai lasciata a bocca aperta: sempre geniale, tu!

lucy ha detto...

va beh ma è uno spettacolo! mi immagino il melange di sapori e profumi!!

Fabiana Del Nero ha detto...

Lucy funziona alla grande.....questa è una cucina per gente che ha naso ed io, ahimé, ne sono datata dalla nascita!;))))))))))))))))
Ieri ero a Celle dai miei amici de La Pesca, mangiato divinamente.
Ho pensato....devo dirlo a Lucia!!!!!!

Cristian M ha detto...

Ammirazione e incredulità e una voglia matta di assaggiare questi meravigliosi spaghetti.

ilaria lotti ha detto...

ma tussi un genio veramente!!! ogni volta resto basita, strabuzzo gli occhi e mi diverto da matti! hai un'inventiva da paura!
G R A N D E

Fabiana Del Nero ha detto...

Non c'è cucina senza divertimento....procurarlo è un grande successo ed un meraviglioso complimento!!

Rossella Campa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rossella Campa ha detto...

Si vabbè ho letto di fila tutta una serie delle tue ricette e quando lo faccio tutte le volte mi chiedo se sei terrena! Per me vieni da un altro pianeta sicuro sicuro.

Pellegrina ha detto...

Veramente belli, di quelli che vorresti davvero che qualcuno ti facesse, perché proprio non mi sentirei capace.

Fabiana Del Nero ha detto...

Ma va là Pellegrina.....qui basta tanto fuoco e ti garantisci spaghetto ed abbronzatura!!!!!!!!!!!!!!!

Paola Sabino ha detto...

Ecco, lo sapevo che passando da te mi sarei ritrovata con la mascella a terra. Ma dico, quando ci pensi a queste cose??? No perché noi comuni mortali non ci arriviamo mica! Posso solo immaginare il profumo di questo piatto. E, purtroppo, posso solo immaginare il sapore! Sempre bravissima tu. Grazie per la ricetta :)

De.nci ha detto...

Quando una volta durante una grigliata la voglia di pasta ha prevalso, ho pensato fosse una necessità del momento cuocere gli spaghetti alla brace.. invece no, con te tutto diventa normale ciò che è impensabile ai più :-)
Mitica

Alessandra Gennaro ha detto...

...io qui ci vedo:la fossa maori, non fosse altro che per i buoni rapporti con il vicinato. il ramo di pomodoro, che me lo ricordo benissimo, in non so più quale ricetta,dove avevi fatto un brodo con quello.Il limone caramellato, che è una delle tue tante firme. Poi c'è l'essenzialità. Quella che va al cuore, all'essenza,appunto.E l'eleganza.E l'equilibrio.
insomma,io l'ho studiata tutta, "La Magia della Cucina di Fabiana del Nero"... macom'è che resto senza parole,ogni volta???????

Fabiana Del Nero ha detto...

Porca miseria......hai una memoria spaziale!!!!!
Al vicino ormai ho fregato l'impossibile, quel rametto Blumenthal lo piazzava nel chili, scavare per me è un modo di rimettere in riga mio marito, il limone caramellato mi è rimasto "appiccicato addosso" e se fossi un po' più di tendenza di chiederei di farmi da biografa Ale!!!!!!!!!!!!!!!!!:))))