domenica 10 aprile 2016

Sablée alla liquirizia, mousse al limone, lampone frizzante

Finalmente biscotti!!!!

Inutile dire che Dani e Juri ci hanno resi tutti una community di  golosi giustificati, eccitati e a breve consapevolmente, finalmente gaudenti.
Presumibilmente più e più volte:))

L''incontenibile eccitazione è scoppiata nel momento stesso nel quale i vincitore uscenti, pazienti "incocciatori" di cous cous e cucinieri del brodetto trionfante, hanno rilanciato sugli schermi dell'MTC la nuova sfida mensile: BISCOTTI!

Che dire....volervi bene é davvero facile!

SABLEE ALLA LIQUIRIZIA, MOUSSE AL LIMONE , LAMPONE FRIZZANTE


Negli anni '70, pure '80 credo, esisteva un gelato su stecco che ho sempre amato tantissimo, il Liuk.
Bastoncino di liquirizia e sorbetto al limone.
Esattamente nella stessa epoca si vendevano delle deliziose bustine piene di una polverina dolce ed estremamente frizzante.
La mettevi in bocca e lei ti scoppiettava sul palato, una figata pazzesca.
Già all'epoca la mia combinazione personale della faccenda era prendere un Liuk, aspettare quel tanto che fosse meno ghiacciato e pucciarlo nella  polverina scoppiettante.

Il mio biscotto è totalmente dedicato a questo ricordo.
Ricordavo bene.
Funziona anche nel 2016!
Viziata prima e viziata ora.
Non oso immaginare il mio destino!



Per  la frolla sablée alla liquirizia

250 g di farina
150 g di burro
1,2 g di sale fino
5 g liquirizia pura

1 g di buccia di limone
1 g di buccia d’arancia
100 g di zucchero a velo

3 tuorli medi

Polverizzare la liquirizia in un mortaio.
In una conca mescolare  materia grassa, sale fino,  aromi e liquirizia. Unire le polveri e sabbiare il tutto. Aggiungere zucchero e uova e lavorare il tutto fino a completo assorbimento.

Pellicolare, a riposo in frigo per una notte.

Stendere rapidamente, abbassare allo spessore di 1/ 2 cm.
Portare il forno a 180°.
Tagliare con gli stampi, ripassare in frigo 1/2 ora.
Infornare e cuocere 10'.
Spegnere, estrarre, lasciar raffreddare, preservare.





Per la mousse al limone


3 limoni verdi( succo e scorza grattugiata)
1 uovo + 1 tuorlo
3 albumi montati a neve
2 fogli di gelatina
100g di zucchero semolato
250g di  mascarpone
25g di zucchero a velo
30g di  burro a temperatura ambiente


Reidratare la gelatina.
Spremere il succo dei limoni e filtrarlo.
Disporre in una bastardella l'uovo, il tuorlo, il succo e lo zucchero .
Passare a bagnomaria e cuocere sempre montando con una frusta a mano fino a raggiungere la temperatura di 85°.
Unire la gelatina reidratata, scolata e ben strizzata.
Sciogliere sempre mescolando.
Unire il burro a fiocchetti.
Lasciar raffreddare, unire la scorza grattugiata dei limoni.
Unire il mascarpone montando con le fruste.
Montare gli albumi in neve stabile, unire lo zucchero velo.
Unire a cucchiaiate gli albumi montati alla massa al mascarpone, avendo cura di non smontarla.
Raffreddare, passare in sac à poche, preservare conservando a + 4.



Per il lampone frizzante 

5 g lamponi liofilizzati 
50 g zucchero velo
1 cucchiaino bicarbonato di sodio
1 cucchiaino acido citrico

Riunire e frullare tutti gli ingredienti alla massima velocità.
Setacciare e preservare.

Questa polvere si può ottenere con qualsiasi altro frutto liofilizzato, oppure con la stessa polvere di liquirizia.
Si conserva 15 gg. in barattolo.
Sottovuoto per 2 mesi.



 Ora si gioca: allineare la metà dei biscotti, distribuire un bel ciuffo di crema, sovrapporre la restante metà dei biscotti, premere, eliminare l'eccesso di crema.
Rotolare nella polvere frizzante.
Ridere a crepapelle.
Ripetere.
Riridere....ripetere.

Con questo biscotto partecipo all'MTC n° 56






44 commenti:

marina ha detto...

Mamma mia! La polverina frizzante! Ma lo sai che le mie coetanee non se la ricordano e mi prendono in giro?! Ti friggere pian piano. ..prima in bocca e poi, se ne avevi presa tanta, fin su nel naso! Un ritorno alle scuole medie ecco cise questo biscotto! Ci ritrovo tutti i sapori di quei tempi! Grande!!

Antonella ha detto...

Tu non sei normale...sei SPAZIALE!!!! Già mi hai fatto tornare indietro con la macchina del tempo, e mi è ritornato in bocca il sapore di quella polverina frizzante, nà figata pazzesca hai ragione....e il Liuk....mamma mia...veniamo a noi...spettacolari! Una domanda....il "filo" dei "bottoni"....con cosa diavolo lo hai fatto??? Un abbraccio grande donna dalle idee che a noi umani....per lo meno a me....

flavia galasso ha detto...

Sulla tua genialità mia cara FAbiana ormai non ho più domande e nemmeno risposte... lasciami però dire che avrei tutti gli ingredienti...anche l'acido citrico... tranne i lamponi liofilizzati, ma troverò il modo di rimediare...il IUK...che ricordi...che estati al mare...che gioventù!

Vitto da Marte ha detto...

Fabiana come sempre non ho parole. Originale è riduttivo. Ti adoro anchecse lunica cosa che non mangio è la liquirizia :-)

Vitto da Marte ha detto...

Fabiana come sempre non ho parole. Originale è riduttivo. Ti adoro anchecse lunica cosa che non mangio è la liquirizia :-)

Giorgia ha detto...

A me la liquirizia non piace, ma il sorbetto al limone sì. La mia tattica era aspettare che ci fosse anche papà (noto appassionato di liquirizia) e prendere il liuk insieme. Ovviamente era molto felice di poter mangiare anche il mio bastoncino... peccato non sapessi dell'esistenza della polverina, altrimenti ti avrei seguito a ruota :) questi biscotti sono geniali!!! Peccato che io non riesca a mangiare la liquirizia...

Cecilia Bendinelli ha detto...

Ma come ti vengono, dico io, come ti vengono!!!

elena ha detto...

Anch'io amavo il liuk e pure le polverine scoppiettanti, ma mai avrei pensato di metterle assieme... il mito inizia da lontano... sei davvero unica!
Bellissimo questo biscotto e davvero stragoloso, è inutile sei avanti anni luce! un bacione!

Fabiana Del Nero ha detto...

La liquirizia non vuole tentennamenti: è odio oppure amore.
Se entro in droghereia e sento profumo di liquirizia ci prendo la residenza:))
Il laccio dei bottoni è fatto con un filo di liquirizia "sfilato" da un bastoncino, ma è molto più veloce e sensato utilizzare una rotella divisa a metà!!
Mi piaceva l'effetto "bottone del cappotto del nonno";)))

Murzillo Saporito ha detto...

Tu sei incredibile! Tu hai fatto la frizzi pazzi! Ma sai che on Inghilterra c'è ancora? L' ho scoperto recentemente.
É stato un piacere ed un onore conoscerti.
Un abbraccio
Valeria

FedeB ha detto...

Che meraviglia Fabiiii!!!!
Da piccola ho comprato tante di quelle bustine dicaramelle scoppiettanti che non ti dico! Che bel biscottone che hai fatto!!!!

Tamtam ha detto...

Fabiana lo sai che fine a un paio di anni fa divoravo due liuk al giorno e il congelatore sempre pieno, li amavo, i tuoi biscotti sono strepitosi, anche la polverina la ricordo, sei geniale

Tamtam ha detto...

Fabiana lo sai che fine a un paio di anni fa divoravo due liuk al giorno e il congelatore sempre pieno, li amavo, i tuoi biscotti sono strepitosi, anche la polverina la ricordo, sei geniale

roberta ha detto...

Questi a Thiviers dobbiamo farli assolutamente!!...caso mai ci prendesse un attimo di malinconia ed avessimo bisogno di farci due risate....:) Non credo sia possibile, ma meglio essere prudenti...

peccati di dolcezze ha detto...

no fabiana vabbè tu sei ogni volta una botte e una fonte di risorse sei unica e in ogni ricetta c'è originalità complimenti

Teresa Felicino ha detto...

Il liuk lo fanno ancora e lavorando al mare d'estate direi che i bimbi ne vanno matti a tutt'oggi ��
La polverina frizzante la ricordo perfettamente anch'io che sono classe 1985, penso di averla "ingurgitata" fino alle medie! La tua proposta è davvero favolosa ��

Luca Monica ha detto...

Va be' ma tu sei avanti anni luce...e mi hai fatto fare un meraviglioso tuffo nel passato ricordandomi le bustine frizzanti e il liuk...oh mamma mia quanti anni son passati!!! Che proposta pazzesca!!!

Un abbraccio
Monica

Luca Monica ha detto...

Va be' ma tu sei avanti anni luce...e mi hai fatto fare un meraviglioso tuffo nel passato ricordandomi le bustine frizzanti e il liuk...oh mamma mia quanti anni son passati!!! Che proposta pazzesca!!!

Un abbraccio
Monica

Greta Damancaunbraulio ha detto...

Ne ho bisogno!!!!!!!!!!!!

Dani ha detto...

Allora dillo che questa è una captatio benevolentiae :D Sono figlia degli anni Ottanta, del Liuk e della polverina scoppiettante, per quanto mai mi era venuta l'idea di unire le due cose (geniale!!). Il gusto dei tuoi biscotti mi incuriosisce tantissimo, con lampone, limone e liquirizia saranno sicuramente buonissimi, penso proprio che li proverò. Sull'aspetto estetico - come speravo - la vostra fantasia si sta sbizzarrendo, quei bottoni sono bellissimi, li adoro... Complimenti davvero!!!

Katia Zanghì ha detto...

Solo una parola : geniale golosità !

Rosy ha detto...

Carissima Fabiana, farti i complimenti anche qui è veramente riduttivo: sono rimasta incantata dalla tua eccezionale bravura e dal tuo ingegno:negli anni '80 ero una bambina e tantissimi sono i ricordi che mi legano a quel meraviglioso, fantastico periodo:)). Ho sempre in mente lo stecco liuk e ricordo ancora la polverina scoppiettante che mi divertiva troppo..non avrei mai pensato di abbinare le due cose e tu se un genio in quanto l'hai fatto e hai creato qualcosa di sublime e di unico:)))
un bacione e buona domenica:))
Rosy

Alice - Panelibrienuvole ha detto...

No va be'...ogni volta che passo di qui rimango senza parole! Adoro la forma a bottone, il colore dato dalla liquirizia, quei fili che imitano il cuoio. E sono curiosissima del sapore perché in genere sono gusti che non amo particolarmente; ti dico solo che il Liuk non l'ho mai mangiato perchè non mi ha mai attirato. E la liquirizia in cucina rimane un tabù, non saprei come usarla...mi disorienta. Però sono certa che in un biscotto ci stia benissimo, e adesso mi fa gola anche la mousse di limone e...insomma, mi hai convinto. Passami un bottone! :-D

TataNora Dellavedova ha detto...

La polverina che frizzava sulla lingua me la ricordo anch'io! E pure le caramelle selz che ancora si trovano in commercio.
Tu e le tue idee grandiose!!! Tienimi la polverina da parte perché giuro che non saprei dove reperire ingredienti come lamponi liofilizzati e acido citrico...
Ti adoro.
Nora

ilaria lotti ha detto...

mi ricordo benissimo sia la polverina scoppiettante che quel gelato! ma quello che è grande, è l'aver saputo riunire quei sapori in una cosa sola, è si...quando si parla di genialità...questo ne è un vero esempio! Mucho encantadaaaa

๓คקเ ha detto...

Tu ogni volta mi stendi.
Non tanto e non solo per l'impressionante padronanza di materie prime e tecniche, quanto per la disinvoltura con cui la applichi, in modo leggero e giocoso, come se bevessi un bicchier d'acqua.
Certo, un'adolescenza segnata dal Liuk pucciato nella polverina frizzante doveva per forza farti approdare a qualcosa di fantastico, ma... dì la verità, te lo saresti immaginato all'epoca, che quelle prime alchimie erano solo gli albori dell'inizio?
Grandissima Fabiana, assolutamente immensa.

pâtes et pattes ha detto...

ogni volta che vengo da te rimango strabiliata per la tua abilità, creatività, precisione, come ti ho detto quando ti ho incontrato sei una fata e lo ribadisco anche qui! Bravissima e piacere di averti conosciuto! Abbraccio e ronron Helga e Magali

Manu ha detto...

Un biscotto meraviglioso come tutte le tue creazioni, splendida l'idea del bottone e posso solo immaginarne il gusto, però se penso al Liuk (di cui ero golosissima) il gusto mi sembra proprio d'assaporarlo
Grazie e felicissima d'averti conosciuto
un abbraccio Manu

edvige ha detto...

Ciao carissima ti ho scritto.... buoni ma io mi limito alle due aggiunte come tu sai.... Grazie cara ricette splendide e buona domenica.

Lisa Fregosi ha detto...

mi hai fatto fare un salto nel passato!!! adorova la polverina frizzante aahahha, splendidi i biscotti!

Popa Cristina ha detto...

UNICA!!! Punto!!!! E qualcuno ha migliorato la fotografia ;-)

Fabiana Del Nero ha detto...

Ahahaha....Cristina sei un bijou, peggiorare era davvero impossibile!!!

Popa Cristina ha detto...

:-)))))))) ♥ ♥ ♥

Acquolina ha detto...

che ti adoro lo sai già, ma qui ti superi! la polvere frizzantina è troppo divertente, l'ho trovata pronta tempo fa e usata sopra un dolce, ma ora la posso anche fare in casa! Grazie! se super :-D

marinella ha detto...

Ciao Fabiana, è tanto che non passavo dalle tue parti, ma volevo farti i complimenti il tuo blog è diventato stupendissimo, un caro abbraccio. Marinella

marinella ha detto...

scusa sono sempre io Marinella del calderone di marinella ;)

Alessandra Gennaro ha detto...

prendiamola insieme,la residenza. Dal droghiere, ma anche a Thiviers o alle Canarie o qui a Sing Sing che il piattume mortale di questa ristorazione fighetta anela alla tua creatività e al tuo genio. E comunque, il buongiorno si vede dal mattino-e lasciatelo dire da una che ha speso l'adolescenza fra liuk e polverine radioattive, ma senza mai farsi venire in mente di accoppiarli fra loro. E' da questi particolari che si giudica un giocatore, direbbe De Gregori: io ti dico che si giudica un fuoriclasse. Il resto, come me, tira calci a un pallone. Strepitosa e geniale, ogni volta di più.

Silvia Pasticcci ha detto...

Chissà che sofferenza mangiare questi biscotti... dov'è che abitate che passo per i resti?

Fabiana Del Nero ha detto...

Verissimo ste polverine un po' strambe lo erano!!!
Pensa Ale che noi chiedevamo "due bustine di petardi" perchè in bocca l'effetto era simile!!!
Oltretutto dopo averle depositate sulla lingua e scoppiate con il palato si trasformavano pure in chewing gum. Roba magica ed estrema.
La mia lingua era fucsia. Cose dei pazzi.
Fortunatamente per la mia polvere frizzante ho utilizzato lamponi liofilizzati, quindi trattamento crio, sottozero e sottovuoto, il sapore è totale, le proprietà e i nutrienti assolutamente mantenuti.......non fosse per il prezzo!!!!!

Silvia siamo a metà strada fra Liguria e Canarie, lascerò briciole di biscotti per segnare la strada!! Se riesci ad organizzarti sei la benvenuta, Spotorno è "vicina", basta un treno, ma dopo il trasloco, al massimo basterà un aereo.

Sappiate che io mi batterò assolutamente per un raduno MTC a Tenerife!!!!

MarielladM ha detto...

Solo a leggere, le papille fanno la ola!

La Gaia Celiaca ha detto...

accidenti fabiana!
ogni volta che uno viene qui da te, bisogna prendere prima il fiato, come per fare una corsa veloce veloce. perché le tue idee volano, e sono bellissime, e piene di allegria, creatività, gioia di vivere.
questi biscotti, oltre che perfetti, e geniali, e -immagino- squisiti, sono anche pieni di tutto questo.
ma forse la genialità è questo, non perdere la follia dell'adolescenza ma elaborandola in un qualcosa che richiede, per essere realizzata, competenza e consapevolezza adulte. sia quel che sia, complimenti, venire da te è sempre entusiasmante!

Irene Bombarda ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Irene Bombarda ha detto...

Ma woow! Che idea fantastica! La frolla alla liquirizia mi ha colpito molto! Complimenti!
unospicchiodimelone!

Anastasia ha detto...

Dai... che figata sta ricetta! Fabi ricordo perfettamente anche io quelle bustine, ma guarda che il liuk esiste ancora! E' il preferito di mio figlio... che abbia preso da me?
Un bacio enorme!