lunedì 8 dicembre 2008

Lanterne cinesi

Giochi di luce e di trasparenze per questa piccola zucca reinventata, senza stravolgerla, pensando a modificare gli spessori, a creare dimensioni diafane che la luce penetri e interpreti.
Per questa piccola composizione ho utilizzato una zucchetta, pigne di larice, viticchioli e i raggi del sole!

3 commenti:

germana ha detto...

Ma che bella!Non riuscirei mai.
un bacio

Grissino ha detto...

uhm, ma non si capisce molto il lavoro sulla zucca... esattamente cosa le hai fatto?

cassandrina ha detto...

Ho lavorato sugli spessori, come si suol dire " in levare".
L'ho scavata, assotigliata sul retro e incisa sul fronte in modo volutamente difforme.
Dalla buccia ho ricavato dei cuoricini che ho " scalpellato" ad effetto legno.
Come dicevo è un gioco di trasparenze, puoi sfruttare anche la luce di un faretto o quella più calda di una candela.