martedì 8 febbraio 2011

BANGLA FOOD

Di ritorno dal mio ultimo blitz a Bologna ho portato con me una discreta varietà di "vegetali non meglio identificati".
L'idea iniziale era semplicemente quella di fare un giro al coloratissimo e super fornito mercato delle Erbe proprio in centro città, con l'obiettivo di appropriarmi di un paio di radici di daikon destinate poi all'intaglio.
Quello che in realtà è successo è stato ben diverso, appena mi sono trovata davanti al banco....ma dovrei dire quadro, di questo piccolo simpaticissimo ragazzo del Bangladesh non ho più capito nulla....ho dovuto comprare di tutto.
Il problema è stato capirsi, volevo sapere i nomi degli ortaggi ma è stato impossibile, il ragazzo continuava a dirmi " è molto strano"..."è molto particolare"...."è molto diverso" e per concludere mi ha salutato con un " se non hai capito torna che te lo ridico"!!!!





Troppo forte!!! Comunque non avendo capito niente me la dovrò cavare da sola, anzi chiedo direttamente a voi .....sapete come si utilizza questa verdura( chiaramente esclusi daikon e rape)...soprattutto quella specie di cetriolone dall'aspetto rugoso che al contrario all'interno si rivela coloratissimo e tagliato in sezione sembra già un fiore con corolla e petali ......bello no?!!
Ma anche quel tronco lungo e legnoso, del tutto inodore, l'unica cosa che mi hanno saputo dire è che se lo lasci nell'acqua spunteranno le foglie!!!




In ogni caso ho scoperto che tutti ma proprio tutti questi vegetali sono perfetti per l'intaglio, ho usato il finto tronco come un vero ramo e sopra vi ho fatto sbocciare fiori e foglie, per quelle ho usato delle simil taccole  sempre asiatiche, mi piaceva  l'idea di una composizione giocata su pochi colori, un po' orientaleggiante, acquatica nelle linee e nel concetto......tutto qui.



13 commenti:

lucy ha detto...

sai unica! non conosco nessuna di queste verdure ma tu di sicuro, commestibili o no, hai creato delle opere d'arte!

Fabiana ha detto...

Lucy: grazie!!!! Non sai che sorpresa quando ho tagliato il" cetriolo" ed ho scoperto quel caleidoscopio di colori!!!

Anastasia ha detto...

Fabi, che bello sarebbe partecipare al tuo corso... peccato non esserci! Per quanto riguarda i tuoi intagli, lo sai come la penso, sono semplicemente incantevoli!!!
Mi viene in mente un suggerimento per la provenienza dei vegetali indiani, tu la conosci Chamki de La mia cucina in India? Lei certamente può aiutarti, vive in India da diversi anni, credo che potresti chiedere a lei, spero di esserti stata utile...! Un abbraccio a presto! ^:^

Anonimo ha detto...

ciao mi chiamo Xia per puro caso curiosando nei vari blog di cucina sono capitata nel tuo...penso di conoscere queste verdure: quella che sembra un tronco dovrebbe far parte della famiglia delle patate mentre quella verde si mangia eliminando l'interno ma è amaro..sono asiatica e mia mamma le cucina!

Erica ha detto...

che spettacolo!! mi attirano tantissimo le verdure esotiche!
Per i tuoi intagli che dire? sempre bellissimi ^_^

germana ha detto...

Sei sempre bravissima!!!!

Paprika&Paprika ha detto...

Complimenti Fabi !
Besitos!
Aniko

Puffin ha detto...

ciao Fabi, grazie di parteciapre al mio candy...buona fortuna!!
sei bravissima:)

ornella ha detto...

Non ho la più pallida idea nemmeno io di che verdure siano... ma invece so che tu sei un artista! Bravissima, complimenti

Fabiana ha detto...

Anastasia: caspita, l'ho sentita proprio un paio di giorni fa per un pasticcio che avevo combinato.... grande idea!!!
Xia:....benvenuta!!!E' il cielo che ti manda!! Quindi devo eliminare la parte colorata e tenere la buccia....oppure no?
Erica: grazie!! Attirano tantissimo anche me, capirne di più non sarebbe male!!!
Germana: grazie cara....che bello risentirti!!!
Aniko: hei vicina di casa....ma lo sai che oggi ti ho mandato 2 mail e in automatico il servizio mi dice che è impossibile inviartele?...Hai per caso varcato il confine....sei alla macchia...dove sei?!!
Puffin: E' un piacere! Anche per gli imbranati c'è sempre una speranza!
Ornella: grazie molte, sei sempre gentilissima!!!

valerioscialla ha detto...

sinceramente non so proprio come aiuarti, posso solo dire che sono affascinato dalle sculture che hai preparato, sembrano vere!!!

chamki ha detto...

Sei un'artista degli intagli e che devo dire di piu'?
Il cetriolo bitorzoluto in India si chiama karela e trovi due ricette sotto questa etichetta, in italiano si chiama melone amaro.
Le simil taccole mi sembrano chikkudu kaya ma dovrebbero essere piu' fresche di come appaiono dalla foto, anche queste le trovi nelle mie etichette .
Il tubero marroncino si chiama arbi ma nel mio blog non c'e' perche' non mi piace molto, prova a cercarlo con google.
La radice legnosa non la conosco.
Ciao! stammi bene ne?

chamki ha detto...

Ma quella che tu chiami radice legnosa non sara' mica il tronchetto della felicita'?