lunedì 21 febbraio 2011

FRUTTA IN PENTOLA.........il contest di FARINA LIEVITO E FANTASIA



In materia di frutta e..... di pentole, c'è veramente di che sbizzarrirsi, tutto si può fare e tantissimo si è già fatto!
Personalmente ho postato in questi mesi moltissime ricette che prevedono l'utilizzo della frutta nelle portate principali, ma non potendo partecipare con una ricetta già edita, lo faccio volentieri con un inedito, semplice negli ingredienti e nell' esecuzione, ma accuratissimo nella scelta degli stessi.
La "sfida" questa volta è stata proposta da Ramona, la padrona di casa del conosciutissimo blog Farina Lievito e Fantasia






Io partecipo con il " CAPRIOLO ALL'UVETTA MIRTATA"


Ho utilizzato 1 Kg  di capriolo, chiaramante la carne è stata frollata (se acquistate da un macellaio dovrebbe esserlo già) disossata e poi  tagliata in bocconcini.
Ho disposto i bocconcini in una marinata di mirto, ne serve una bottiglia intera, ho aggiunto cipolla, carota, sedano, alloro, sale e pepe.
Dopo 12 ore ho scolato bene e buttato via il liquido.
In un tegame ho soffritto le verdure, ho unito i bocconcini di carne, li ho rosolati ed ho spento il tutto con 1 bicchiere di mirto(il mio decisamente casalingo).
Ho lasciato evaporare, unito un vasetto di uvetta e fichi mirtati, la nostra uva ed i nostri fichi conservati sotto spirito con  il mirto, quello che raccogliamo poco sopra casa....insomma, questo qui







Ho cotto a bassa temperatura in forno per 4 ore e......nulla di più.
I bocconcini erano deliziosamente teneri, la carne profumata e meno aggressiva rispetto al sapore deciso che normalmente il capriolo ha, la frutta morbida ma ancora integra.
Tanti sapori avvolgenti e inediti in un piatto molto semplice che richiede solo la pazienza d'attendere che le lancette dell'orologio girino e girino e girino....





12 commenti:

Grissino ha detto...

Ooooooooh questa sí che é una delizia che mi sogneró di notte! Accompagnata con spätzli, mele al vapore con marmellata di mirtilli rossi? :-P
Per i fichi passi, ma il mirto qui credo che non potró mai farlo crescere! :-(

Oggi ancora freddo, stamattina alle 6 c'erano -7,5° C
Sigh sob...

lucy ha detto...

mi immagino già il sapore e il profumo!

deny ha detto...

Come al solito......fantastica. Io faccio, quasi così, il cinghiale.Ti abbraccio deny

Stefania ha detto...

Eh si senza alcun dubbio ..sei una chef :) bacioni
e buona settimana

Erica ha detto...

uuuh *_* ho già gli occhi a forma di curicino.. io immagino il profumino... :)

Fabiana ha detto...

Grissi: ma cavoli -7,5°...allora tripla dose d'alcool, ma alla goccia e subito!!!
Cavoli, ma come sopravvivi, il "microclima" del mio orticello ligure non più tardi di 2 minuti fa ci regala un bel + 18°...mica male eh....pensa ad un week end in Liguria....potrebbe essere utile!!!
Lucy: il profumo è pazzesco, la consistenza cedevole...nessuna resistenza!!
Deny: ma noi 2 dobbiamo fare una strepitosa ed amichevole cena a 4 mani....anch'io con il cinghiale mi sbizzarrisco alla grande, questi ci abitano nel mio orto!!!
Stefania: dire grazie non basta!

valerioscialla ha detto...

una ricetta deliziosa!!! Complimenti ed in bocca al lupo per il contest

Paprika&Paprika ha detto...

Buoonno!! In Ungheria tutta la selvaggina deve essere accompagnata di frutta o composte di frutta.Io ne vado matta della carne con la frutta!

Günther ha detto...

un idea molto originale ed anche da esperta cuoca, cucinare il capriolo non è così semplice come sembra, brava

pasqualina ha detto...

Che ricetta carinissima! Complimenti!!!

zavorka ha detto...

grazie, ah, che memorie di lepri al civet alla piemontese!
scusa, la marinata che usi come è fatta? voglio sapere se c'è del vino o come posso ripetere la ricetta, grazie! :D

Fabiana ha detto...

La marinata è proprio semplice, mirto, cipolla, carota, sedano, alloro, sale e pepe...tutto qui.
Uso altri liquori, normalmente distillati per marinare altre vivande, ad esempio il rum per marinare il tonno...il risultato è strepitoso!!