mercoledì 14 novembre 2012

L'uovo in scatola

Conservare le scatole vuote è da sempre una delle mie migliori( o peggiori) abitudini!
Spesso acquisto i prodotti in base alle scatole( eredità materna!)....di latta, di cartone riciclato, decorate, di forme particolari.... ho davvero un numero di scatole pronte per ogni evenienza, anzi, scatoloni pieni di scatole che ne contengono a loro volta altre in un gioco cinese che non ha quasi...mai fine.
Quindi....chiaro che ogni tanto avverta l'esigenza, diciamo, proprio la necessità di utilizzarne qualcuna.
Oggi ho utilizzato delle scatolette di legno destinate al consumo alimentare e chi le ha consumate ha apprezzato idea e pure contenuto!!

Per voi oggi c'è L'UOVO IN SCATOLA


La ricetta è elementare, per ogni persona serviranno:
Patate 1 grossa
Uova medie 2
Gorgonzola dolce g 30
Gruyère  g 30
Speck 1 fetta
Sale, pepe, timo fresco


Sbucciare le patate e grattugiarle con la grattugia a fori larghi.
Scaldare una padella, ungere leggermente e depositare al centro un coppapasta delle dimensioni della scatolina prescelta.
Disporre dentro il coppapasta la patata grattugiata, schiacciare bene e cuocere, lasciar rosticciare, poi girare.
Quando entrambi i lati saranno ben arrostiti e il letto di patate compattato, salare e pepare.
Rompere dentro al coppapasta( quindi sopra le patate) un uovo, lasciar  rapprendere l'albume per circa 30 secondi.
Con una paletta prelevare l'intero coppapasta ed il suo contenuto, disporlo dentro la scatola di legno ed estrarre l'anello di metallo.
Cospargere con metà dei formaggi, coprire con la fetta di speck e con la seconda metà di formaggio.
Incoperchiare(...è una scatola!!!!) passare 3/4 minuti in forno caldo(180°) il tempo necessario affinchè il formaggio si sciolga.
Unire qualche fiocco di sale, magari ai porcini, un rametto di timo e servire ....volendo legando con uno spago che ogni commensale scioglierà per concedersi questo godurioso piccolo dono.


Altro piccolo finger con sapori totalmente differenti, si tratta del



DONUT CON LA “LINGUACCIA”

Per 20 unità degustazione serviranno:
Farina “00” g 260,00
Parmigiano grattugiato g 130,00
Uova  3
Latte  ml 150,00
Panna ml 100,00
Olio semi  3 cucchiai
Lievito in polvere per salati  1 bustina
Sale, pepe, sesamo nero
Salmone affumicato    g 100,00
Mascarpone                 g 200,00
Melograno               1
In una ciotola capiente unire farina, uova, latte, panna, parmigiano, lievito ed olio, sale e pepe, poi mixare.
Lasciar riposare coperto in frigo per circa 30 minuti. Passare l’impasto in una sac à poche, facilita di molto il lavoro.
Nel frattempo scaldare la piastra per donuts, oppure predisporre ed ungere gli stampini da mettere al forno.
Sgranare il melograno.
Ridurre il salmone affumicato in sottili frange.
Mescolare il mascarpone con  sale, pepe, chicchi di melograno.
Colare l’  impasto nella piastra e cuocere senza sollevare per 3 minuti( non aprire assolutamente perché se non ben cotto sgonfia irrimediabilmente)
Una volta pronti tutti i donuts lasciar leggermente intiepidire e poi tagliare a metà.
Farcire abbondantemente con la crema di mascarpone e melograno, aggiungere una “lingua” di salmone( ma anche più di una), cospargere i bordi con sesamo nero tostato, ma anche semi di papavero, oppure ciuffetti di aneto.
I donuts si conservano senza problemi per un paio di giorni in un contenitore ermetico, vanno chiaramente farciti poco prima del servizio .
Questo semplice finger si presta a molteplici accompagnamenti e modalità di presentazione, ad esempio si può servire a bordo bicchiere, come una fetta d’arancia, con una piccola fonduta di zola.
Altra idea è quella di realizzare una tapenade con capperi, senape, prezzemolo,acciughe, brandy, olive nere ed olio evo.
Collocarla nel bicchierino da finger (oppure un classico shot) e “tappare” con il donut sormontato da un pomodoro ciliegino…..sembrerà un dolcetto!
Più ricette su q.b. Roma

8 commenti:

Paola ha detto...

Ciao Fabiana due bellissime proposte e così i tuoi finger food, davvero complimenti sei bravissima! un abbraccio e a presto

Ady ha detto...

QUOTO ENTRAMBE LE RICETTE, MA AMMETTO DI AVERE UN DEBOLE PER L'UOVO IN SCATOLA, è DAVVERO UN PIACERE AVERTI SCOPERTO, BACI ADY
Look and the City, H2O Fashion added

Azzurra ha detto...

Brava a conservare tutte le scatolette, ahimè come faccio io! Ma tu non le butti poi tutte assieme per disperazione, e vedo che ne fai buon uso! Ciaooooooo

Maria Pia Sc ha detto...

ciao, la tua idea di presentazione è davvero carina e originale, complimenti! e complimenti anche per il blog, è la prima volta che mi capita di passare di qui ma penso proprio che tornerò, allora a presto e buona serata!

Renza ha detto...

Che presentazione carina l'uovo in scatola!! Un'idea geniale!! Ciao!

lucy ha detto...

sei grandiosa con l idea della scatola anche perche'quelle scatole li'le conserv anche io e in effetti fanno la loro figura!

eli ha detto...

L'idea dell'uovo in scatola è proprio carina, io però ho solo scatolette in cartone, ma sfrutterò l'idea per fare qualcosa "a freddo"

Monica ha detto...

Quell'uovo a me mi fa morire... cioè mi fa impazzire da quanto è bello, (e sarà anche buono con i formaggi e le patate).
Che idea carina!!!