domenica 23 agosto 2015

E poi arriva l'habanero chocolate e in bocca scoppia la festa!!!!!!

Ho sempre avuto una certa predisposizione/ predilezione per i cibi piccanti ed è per questo che nel mio orto non mancano mai svariate piante di peperoncino.
Quando le pianto mi lascio consigliare, scelgo qualità di volta in volta differenti e provenienti da ogni continente, poi, ovviamente le accudisco con trepidazione perché non vedo proprio l'ora di cominciare con gli assaggi ed ipotizzare gli abbinamenti.
Ciò che amo non si limita a valutare la piccantezza, ma a cogliere le sfumature di sapore che sono sensibili ed infinite!!!

Oggi ho colto i primissimi habanero chocolate.
Li ho assaggiati prudentemente in purezza ed insieme ad una lacrima mi è pure spuntato il sorriso.
Nella mia testa è nata una pietanzina succulenta.
E' quella che si è concretizzata nel piatto seguente:

FUSI DI POLLO, PEPERONI, CACAO, HABANERO CHOCOLATE




E' una ricetta molto comoda perchè non prevede una grammatura esatta, potete regolarvi direttamente con i cucchiai.

N.B. pregasi di leggere tutta la ricetta prima di procedere in quanto seppur comoda e priva di difficoltà richiede una discreta dedizione!


Per cui per 4 pax potrebbero servirvi:
8 fusi di pollo
6 peperoni misti gialli e rossi belli carnosi
2 habanero chocolate
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaio di mandorle amare
la buccia di 3/4 melanzane lunghe
la buccia di 4/5 pomodori
la pelle dei peperoni dopo che li avrete arrostiti
sale, pepe nero, zucchero semolato, olio evo



Infornare i peperoni ed arrostirli.
Estrarre, privarli della pelle tentando di mantenerla più integra possibile.
Mettere da parte la pelle di due peperoni, disporre tutte le altre ben allargate su di una placca.
Con un pelapatate prelevare tutta la buccia dalle melanzane e disporre ordinatamente su di una seconda placca.
Tuffare i pomodori in acqua bollente salata dopo averli incisi, pelarli e distribuire le bucce tamponate su di una terza placca.
Passare tutto in essiccatore o in alternativa in forno a temperatura estremamente moderata.
Estrarre, lasciar raffreddare, polverizzare, unire una punta di cacao.
Praticamente otterrete una cipria di bucce.
Se volete una consistenza leggermente più grossolana potete semplicemente pestarle o passarle al macinino.
Preservare.



Frullare la polpa dei peperoni rossi dopo averli privati di semi e filamenti, correggere la sapidità, disporre in uno squeeze. Preservare.
Con lo stesso peso di acqua e zucchero, 100 + 100 preparare uno sciroppo, immergere i peperoni gialli( già arrostiti e spellati!!!) tagliati a listarelle finissime.
Estrarre asciugare dolcissimamente in forno.


Privare i fusi di pollo della pelle.
Con un coltello ben affilato scalzare interamente l'osso facendo scendere la polpa....praticamente come un "calzino rovesciato"....tanto per utilizzare un gergo estremamente professionale!!;)))
Ungere con olio, salare, pepare, lasciar riposare in frigo.
Nel mentre disporre in una ciotola il miele, il cacao, le mandorle tritate e tutti i peperoncini tritati finemente.
Lavorare ed ottenere un impasto denso e piuttosto colloso.
Distribuire l'impasto all'interno dei fusi e richiudere i lembi.
Per evitare che in cottura il ripieno fuoriesca e la biglia di pollo si sformi troppo avvolgerla con la pelle del peperone.
Volendo si può anche riavvolgere nella sua stessa pelle.



Predisporre un coccio, oppure un tegame a fondo spesso con un giro d'olio.
Scaldare molto bene, unire i fusi in modo che siano ben vicini, ma non troppo stretti.
Rosolare, unire 1/2 bicchiere d'acqua, abbassare la fiamma, incoperchiare, cuocere per circa un'ora muovendo con delicatezza di tanto in tanto.
Spegnere e preservare.

Procediamo all'impiatto:

spolverare ogni singolo piatto con il mix di bucce essiccate. 
Spingere con un anello verso l'interno per creare un'ansa libera.
Distribuire con lo squeeze punti di crema di peperone di diversa grandezza.
Adagiare sui punti più grandi i filamenti di peperone carmellato.
Disporre nello spazio libero e centrale l'elemento principale, vale a dire il fuso di pollo all'habanero, cacao e miele.




I tabasco stanno andando bene, ci vuole ancora pazienza, ma io ne ho.....intanto penso e poi vi aggiorno!!!

9 commenti:

manu ela ha detto...

ciao Fabiana! volevo dire qualcosa di intelligente, appropriato, competente su questo piatto ... ma ... ecco ... non so che dire !! A parte che ogni singolo ingrediente in questa ricetta combacia alla perfezione. Sto sbavando come un carlino sullo schermo e sto pensando che prima di tutto devo avere quei peperoncini!! Ora saranno la mia fissazione.
Ciao, a presto, Manuela.

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

E io che mi sentivo una signora per un singolo, piccolissimo peperoncino che mi è spuntato da poco!!! Ma non sono abituata a coltivare roba allora mi sembrava una conquista enorme!! Le tue piantine sono splendide e il tuo piatto un capolavoro: veramente, sembra proprio un quadro! Un collega di mio marito gli ha regalato un barattolino di habanero chocolate sottolio ma devo confessare che non mi fanno impazzire. Hanno un aroma molto particolare, deciso, che va ben oltre il semplice piccante dei normali peperoncini,non so era la prima volta che li assaggiavo e mi hanno lasciata un po perplessa, magari gli concedo una seconda possibilità!!
Tanti baci, buona settimana

lucy ha detto...

spettacolo e io adoro le fiamme piccanti!!

La Cassata Celiaca ha detto...

wow! questa si che è haute cuisine! un abbraccio

Rosy ha detto...

Che meraviglia di piatto dagli abbinamenti originali e azzecatissimi, mi hai fatto venire un'acquolina incredibile, bravissima:))
un bacione:))
Rosy

Fabiana Del Nero ha detto...

Manuela: per la tua voglia irrefrenabile( e per me comprensibilissima) c'è una soluzione troppo semplice......ma te li do io no?!!!!!:)))))
Luna: qualsiasi cosa spunti in giardino è sempre una festa!!!
Mai assaggiati sott'olio e chissà come sarà esplosivo quell'olio!!
Lucy: con te è più facile....o vieni a prenderteli tu o te li allungo io;)))
Cassata: questa è hot cuisine!!!!;)))
Rosy: giuro che ne ho ancora il sapore sulla punta della lingua.
Ora voglio provare ad utilizzare anche le foglie!!

Pellegrina ha detto...

Bentornata, che piacere rileggerti!
Questa volta però io passo. Il chocolate fa molto molto azteco ma il peperoncino in tutte le sue varianti è una delle due o tre cose che proprio ecco non fa per me (mi fa anche stare male, a dirla tutta). Comunque buon raccolto, io nel frattempo mi butto sulle capesante al mango giusto lì vicino, eh :-), che m'ispirano parecchio.

Fabiana Del Nero ha detto...

Uh mamma.........sta a vedere che sei allergica come la mia amica Mai!
Sto giusto leggendo un libro dedicato alla storia lussuriosa dei "cibi proibiti".
Neanche a dirlo il cibo degli dei la fa da padrone in un crescendo di simbolismo, esaltazione mistica, riti propiziatori e.....il peperoncino????
Quello segue a ruota!!!!

ilaria lotti ha detto...

la versione chocolate dell'habanero mi manca...pensa che 10 giorni fa da noi c'è stata la 2 edizione della festa Pic, che poi è interamente organizzata da un importatore della mia zona, che negli anni è divenuto il + grosso produttore di peperoncini provenienti da tutto il mondo. Credo che l'evento ti sarebbe piaciuto :))
ps. e ne vogliamo parlare della cipria di bucce... :))