giovedì 8 gennaio 2009

Colori di Thailandia

Più che colori, sfumature di Thailandia! Non proverò neanche a descrivere le infinite sfaccettature che si presentano a chi per la prima volta  si rechi in Thailandia, ometteri forzatamente molte cose, senza considerare che molte non le avrei nè viste nè colte.
Una cosa che è per me indimenticabile è la discrezione, l'eleganza, la delicatezza del loro modo di porsi .La gentilezza è la loro carta vincente, mai ho visto persone( tutte) così garbate e così virtuosamente capaci.Queste piccole decorazioni( si tratta di un piattino...ino...ino) sono ispirate ai colori dei loro fiori e alla delicatezza delle loro composizioni. Ho utilizzato del daikon tinto con il succo di una rapa rossa intagliato in tre modi differenti e delle piccole bacche disposte in modo da suggerire un andamento di crescita, spiraliforme.
Qui potete vedere il dettaglio della dalia e della "micro " dalia spinata( magari ingranditelo!)

Alla base acqua tinta nella stessa tonalità dei fiori, cambiando le proporzioni e usando un contenitore trasparente con molto più liquido è possibile aggiungere piccoli fiori e candeline galleggianti ottenendo un effetto con giochi di trasparenze e lievi fluttuazioni , un effetto in perfetto stile " amazing Thailand".

8 commenti:

Laura ha detto...

Sei stata in Tailandiaaaaaaaaa!!!!!!!
Io ci andrei volentierissimo e solo per le decorazioni.
Bella, bella questa tua creazione.

cassandrina ha detto...

Eh sì che ci sono stata, è da lì che nasce l'arte dell'intaglio,gli occidentali l'hanno poi rivisitata e reinterpretata( benissimo), ma anticamente era un'arte esclusiva, riservata solo al palazzo del re.
Pure io ci tornerei, anzi ci torno di sicuro!

Laura ha detto...

Posso venire con te? Ah! ah!

Anche tu fai le ore piccole è.
Vado a letto. Buonanotte

Mary ha detto...

Poi passi da me per i premi , un bacio!

Grissino ha detto...

Non mi piace il brodo rosso... davvero zero. Sembra un rifiuto. Non mi piace comunque granché tutta la composizione.

cassandrina ha detto...

Ma sai che sei buffo!
Quell'odiato brodo rosso è una delle soluzioni più frequenti( magari in altri colori, in rosso non lo amo neanche io)adottate per avere vasi che riprendano anche nel contenitore il colore del contenuto.
Tipo: fiori azzurri con acqua azzurra, fiori rosa con acqua rosa, etc.
Vabbè dai, domani mi arrivano le angurie e lì parlano da sole!
Notte....se non sei già a nanna

Grissino ha detto...

Davvero? A me fa venire in mente l'acqua di lavaggio dei piatti o quasi. ;-) Secondo me l'acqua é bella trasparente. Colorata no. Non é possibile mettere dei sassi colorati? Quelli sí che ce li vedrei!

cassandrina ha detto...

Certo che è possibile, i sassi sia colorati che non sono fra gli elementi più usati nelle composizioni, qui al mare poi non mancano di certo!
Sei arrivato presto oggi!