sabato 10 gennaio 2009

La fortuna del principiante

Magari fosse vero! Sarebbe il primo fungo trovato dopo una vita di tentativi.....un'intera ceppaia poi! Oggi vi propongo un tableau vegetale il cui tema è naturalmente quello del sottobosco.
Ho semplicemente realizzato dei funghetti con piccole porzioni di patate, ma si possono usare anche ravanelli e rape, poi ho cercato gli elementi per creare il paesaggio,foglie, ramoscelli, corteccia e ho allestito il tableau. Volevo che si potesse appendere quindi come potete vedere da questa foto ho utilizzato un foglio abbastanza spesso di compensato, l'ho rivestito con un film plastico colorato e ho ricoperto quest'ultimo con nastro biadesivo, in modo che gli elementi più leggeri e piatti vi potessero facilmente aderire e quelli di dimensioni maggiori vi si potessero piantare. Si può appendere a parete o posizionare su di un cavelletto magari a lato buffet, ideale come proposta per  proporre un menu tutto funghi.                                                                                 Con lo stesso criterio si possono realizzare ambientazioni completamente diverse, ad esempio

divertire i bambini insegnando loro a realizzare questi semplicissimi uccellini, o farfalline, con i mandarini cinesi. Le possibilità sono davvero tante.
In ultimo un decoro totalmente diverso, una rosa antica giocata tutta sulla finezza dell'intaglio e dei particolari, l'effetto cercato è quello della ceramica.

22 commenti:

Grissino ha detto...

Ehm, perdonami, ma quel ciano di sfondo, terrificante, secondo me non c'entra nulla con una composizione cosí naturale (i funghi sembrano davvero veri, da cogliere!). Era meglio mettere qualcosa di neutro che esaltasse la tua composizione, che so, nero, o una tavoletta di legno. Invece quel ciano lí attira tutto lo sguardo quando dovrebbero farlo il pino e funghi. Per la seconda foto, mi sembra che sia un pó sparaflashat,. prova magari la prossima volta questo trucchetto: ti allontani e poi inquadri zoommando. Oppure regola ancora la potenza del falsh della tua macchina fotografica (se é possibile) oppure ancora avvicina la composizione a una luce.

Mary ha detto...

è tutto cosi reale ...hai le mani e mente d'oro , un bacione!

Grissino ha detto...

ah eh, sparaflashata la terza foto, non la seconda. Poi vorrei chiarire che le mie critiche sono sempre a scopo di rendere perfetto il tuo Blog, perché i lavori in sé sono sempre bellissimi.

cassandrina ha detto...

Grissino non ho mica 2 anni, se mi dai un consiglio mi fa più che piacere, oltretutto mi rendo conto che fotografo da far pena!
Faccio tentativi di ogni genere, da vicino, da lontano, di lato, con più o meno luce....giuro che non capisco come tutti, ma proprio tutti abbiano foto perfette.
Oltretutto le foto scattate dal fotografo " ufficiale" non posso pubblicarle senza chiedergli almeno il permesso.

Grissino ha detto...

Foto perfette no, le mie sono tutt'altro che perfette anche se cerco di fare del mio meglio. Unico suggerimento che ti posso dare é di prendere una macchina fotografica un minimo personalizzabile (non una reflex, va bene anche una vecchia compatta da 100-300 euro) ma che abbia la possibilitá di fare le foto con impostazioni manuali o semi-manuali. Poi devi leggerti per bene il manuale e fare tante prove. Altri suggerimenti: scatta almeno una decina di foto per ogni composizione, tanto mica ti costano, variando l'intensitá della luce, il flash, la sensibilitá, la posizione delle luci e pure la prospettiva. Da vicino devi usare la funzione macro e sarebbe meglio senza flash (mettiti vicino a una lampada o, ideale quasi sempre, all'aperto o vicino a una vetrata con tanta luce.

Grissino ha detto...

Ridimenticavo, magari la tua macchina fotografica va benissimo, che modello hai?

cassandrina ha detto...

Dunque, il vituperato e misterioso oggetto è una piccola digitale Nikon coolpix L10.
Non ne posseggo altre ma la cosa che mi fa più impazzire è che anche io imposto l'opzione macro, spesso, molto spesso, le immagini non sono a fuoco.
Altra cosa, accendo il flah faccio 4 o 5 foto e solo un paio risultano ben illuminate le altre no, eppure non mi sono spostata e non ho spostato l'oggetto.
Ancora peggio, se fotografo cose bianche non si vedono nemmeno, sembra tutto sovraesposto.
Credimi, la prendo serenamente perchè agitarsi non mi sarebbe d'aiuto , ma c'è veramente di che sorprendersi, ogni volta che scatto una foto mi sembra di giocare alla lotteria.
Adesso vado a scattare una foto in camera e la pubblico subito, così mi dici( se vuoi e se puoi) che te ne pare.

Grissino ha detto...

Ok :-P
Sono andato a vedere la macchina fotografica e ha un sacco di automatismi che dovresti vedere se si possono disabilitare.

**
# Face-priority AF can detect a human face to provide sharp focus automatically
# In-Camera Red-Eye Fix detects, then corrects for the red-eye effect sometimes caused by flash
# D-Lighting corrects images compromised by insufficient flash or excessive back light
**

La messa a fuoco con le Macro é un problema sí, ma facendo tante foto non c'é, una buona prima o poi capita
;-)
Comunque dacci dentro col tasto di scatto che é gratis, batterie a parte (spero tu utilizzi gli accumulatori e non le batterie usa e getta!) e poi quando le scarichi, ti scegli quella piú bella.

cassandrina ha detto...

Oddio no! Oggi mi tocca darti un sacco di dispiaceri...uso le pile, quelle di Volta..roba della mia epoca!
Scherzi a parte, un accumulatore non so cosa sia ma la parola mi dice che probabilmente si ricarica, o no?
Il vantaggio è di natura economica, non si scarica in un giorno come le mie pile?!
A proposito ho fatto le foto, ma mi vergogno veramente troppo a pubblicarle, questa volta devo aver esagerato, provo a farne ancora una va.
Ultima cosa, mica per altro.....all'università facevo Storia dell'arte!

Grissino ha detto...

ehm sí, gli accumulatori o pile ricaricabili ti costano circa 4-5 volte le pile cioé piú o meno sui 10-14 euro per 4 pile AA ma poi le ricarichi almeno un 50ina di volte, minimo minimo. Aggiungi altri 10-15 euro di caricabatterie (che peró ti dura non so quanti anni) e poi il conto fallo tu... oltre all'aspetto ecologico naturalmente.

Laura ha detto...

Cassandra, sono daccordo con Grissino, compra le pile ricaricabili e il caricabatterie perché con quelle usa e getta è una sofferenza.
La rosa mi piace... troppo.
I funghetti non mi emozionano più di tanto perché li avevo già fatti ma in marzapane. Ho delle foto ma sono proprio vecchissime e bruttissime.
Ciao

cassandrina ha detto...

Foto vecchie e brutte?
Ma fammele vedere Laura almeno mi consolo un po', magari c'è speranza anche per me!

Laura ha detto...

Ok, le cerco e, con enorme coraggio, le metto nel blog.

cassandrina ha detto...

Che forte! Grazie, lo apprezzo molto.
Magari io poi metto quelle oscene che ho fatto stasera ai pizzi antichi dopo aver visto il centrino di Mary e dopo essere stata "redarguita" da Grissino.
Non ho osato ....però...quasi quasi

Laura ha detto...

Le ho trovate e... sono veramente oscene.
Tieni presente che sono foto del 2002.
Abbi pietà!

Milù ha detto...

Cassandrina non te la prendere, mi posso unire a te come fotografa :-)
Per riprendere un semplice lavoro, scatto tantissime foto, tanto so benissimo che sono fortunata se almeno una mi viene passabile.
Complimenti per i tuoi lavori, con foto belle o no. Ciao

germana ha detto...

Brava Fabiana, con lavoretti così e un po' di dimestichezza con la macchina fotografica (segui i consigli di grissino, lo farò anch'io) certamente verranno dei bellissimi lavori.
un bacio

cassandrina ha detto...

Grazie Milù e Germana, non me la prendo di certo, ci mancherebbe altro!
Solo mi scoccia un po che anche una piccola macchina fotografica mi si rivolti contro e mi metta i piedi in testa......o sono io che non metto le mani nel posto giusto?!!

Grissino ha detto...

No, piú che altro per fare le foto sempre belle, anche in condizioni non ideali come ad esempio dentro casa o a un quadro, bisogna avere una macchina che si puó un minimo impostare manualmente (ovviamente va letto il manuale) e anche conoscere qualche trucchetto. Prova a guardare in giro per il web, ci sono un sacco di forum di appassionati. Io qualche trucchetto l'ho imparato anche leggendo le foto e i commenti tecnici nelle ultime pagine della rivista che ti manda gratis Mediaworld. ;-)

cassandrina ha detto...

Uffa...a me manco la rivista gratis....che è...corre forse voce che non la meriti?!!

annathenice ha detto...

ciao, ho trovato il tuo commento e ti ringrazio. Confermo i complimenti che ti ho fatto la prima volta. Sei davvero brava e c'è molto da imparare da te. se solo avessi tanta pazienza, perchè immagino ce ne voglia tanta!!!! Comunque ci proverò. Consigli non richiesti: 1) prova a fare le foto di mattina, con la luce naturale evitando i riflessi. 2) metti uno sfondo bianco o chiaro al tuo blog per mettere in risalto i tuoi bellissimi lavori. A presto e un bacio

cassandrina ha detto...

I consigli in questo posticino qui sono proprio sempre benvenuti.
In effetti non ho mai provato a sfruttare la luce meno schiacciante del mattino, domani compro l'accumulatore che mi ha consigliato Grissino e poi mi scateno!!!