domenica 25 agosto 2013

Maaqouda.....sosta in Marocco!!!!



Ultima tappa del nostro tour  "mangereccio", giovedì 29 agosto chiudiamo la stagione con una sosta in Marocco.....direttamente sulle spiagge del Prana!
Sarà una serata profumata, speziata, ricca, intensa, dolce.




Vi lascio con il sapore delizioso dei maaqouda per i quali serviranno:

300 g ceci da mettere a bagno almeno 24 ore prima
1 cipolla media
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di harissa
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaino di cumino
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 manciata abbondante di pane grattugiato
sale, pepe
olio arachide per friggere
400 g farina "00"
200 ml acqua
pomodori
cuori di lattuga
1 cetriolo
1 cipolla rossa
yogurt magro al naturale
sesamo
limone
olio evo




Cominciamo preparando i pani.
Impastiamo 400 g di farina, 200 ml di acqua naturale ed un cucchiaino di sale.
Lavoriamo per bene con le mani, formiamo la palla, copriamo, lasciamo riposare in frigo per mezz'ora.
Trascorso il tempo estraiamo, dividiamo in 5 porzioni, stendiamo e cuociamo su di una piastra ben scaldata sul fuoco.
Dopo circa 1 minuto e mezzo il pane si gonfierà, si noterà una grossa bolla, necessaria perchè a noi serve letteralmente una tasca, anzi...due.
Giriamo e cuociamo ancora per 1 minuto.



Preoccupiamoci dei ceci ormai ben reidratati , priviamoli della pellicina che si staccherà semplicemente strofinandoli, sciacquiamoli e disponiamoli nel bicchiere del mixer con la cipolla media, l'aglio, il prezzemolo, cumino, sale, pepe, harissa. Azioniamo ed otteniamo una purea, aggiungiamo il pane grattugiato, il bicarbonato ed azioniamo ancora.
Trasferiamo in una ciotola e lasciamo riposare in frigo(farlo al mattino per la sera è l'ideale, oppure viceversa).
Nel frattempo si affetta finemente la cipolla rossa e la si tiene in acqua e ghiaccio, si affettano i pomodori e si lascia dare l'acqua, si taglia a rondelle sottilissime il cetriolo pelato, si sfoglia la lattuga tenendone il cuore croccante.



Riprendiamo l'impasto, formiamo delle polpette di circa 3 cm di diametro, le schiacciamo leggermente e friggiamo in olio profondo d'arachide a 190°. il tempo che si dorino sull'intera superficie.
Scoliamo asciughiamo su carta assorbente, saliamo..
Dividiamo i pani a metà ottenendo due tasche belle sottili e morbidissime.
All'interno disponiamo lattuga, pomodori, maaqouda, cetrioli, cipolla.
Chiudiamo con un giro d'olio e tanta salsa di yogurt più fettine di limone.
Questa nota è indispensabile per dare acidità, così come lo è la verdura per apportare freschezza e acquosità, l'appetito, invece....dovete mettercelo voi!!!

P.S. Io ho accompagnato anche con dell'hummus, perchè non riuscirei ad immaginare di farne a meno!!:))

3 commenti:

accantoalcamino ha detto...

Qui si viaggia, si sogna, si mangia, qui si sta propriobene.
Un bacio dalla topastra ♥

Fabiana Del Nero ha detto...

Mi casa es tu casa topastra!!:)))

cquek ha detto...

i must try, it sure taste good